Biografia

 

Riccardo Botta, Tenore lirico-leggero formatosi sotto la cura del padre, il tenore Giuseppe Botta, del compianto M° Giuseppe Taddei e del M°  Enza Ferrari, inizia la carriera solistica in giovane età, debuttando ventiquattrenne nei teatri di Treviso e Rovigo nel ruolo di Paolino ne Il Matrimonio segreto di Cimarosa, dopo essere stato premiato al 23° concorso Toti dal Monte di Treviso; da allora la sua carriera lo ha portato ad esibirsi in più di 50 ruoli operistici su importanti palcoscenici in Europa e oltre oceano.

Propri del suo repertorio i ruoli “di grazia”, come Nemorino in Elisir d’amore (Teatro alla Scala di Milano, Nederlandse Opera di Amsterdam, Opernhaus di Zurigo, Teatro Regio di Parma, Teatro Verdi di Trieste, Teatro la Fenice di Venezia, New Zealand Art Festival Wellington e Auckland, Montpellier); Ernesto in Don Pasquale (Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro lirico di Cagliari, Teatro la Fenice di Venezia, Garsington Opera);  Fenton in Falstaff(Semperoper di Dresda, Canadian Opera Company di Toronto, Teatro Filarmonico di Verona) e quelli rossiniani come il Conte d’Almaviva ne Il barbiere di Siviglia (Teatro regio di Parma, Teatro Sao Carlos di Lisbona, Teatro comunale di Bologna, Stadtheater di Stoccarda); Lindoro in L’ Italiana in Algeri (Festival di Maiorca, Teatro Massimo di Palermo), Don Ramiro in Cenerentola (Teatro de’Rinnovati a Siena, Glyndebourne Opera); Baldassarre in Ciro in Babilonia (Festival Rossini di Wildbad); Florville in Il Signor Bruschino (Teatro Municipale di Losanna, Conzertgebouw di Amsterdam); il Cavalier Belfiore in Il Viaggio a Reims ( Opera Narodowa di Varsavia, Teatro de La Monnaie di Bruxelles); per poi passare a quelli Mozartiani come don Ottavio in Don Giovanni e Tamino ne Il Flauto magico (Teatro massimo di Palermo, Teatro Rendano di Cosenza), e ad alcuni più “lirici” come Edgardo in Lucia di Lammermoor (Teatro Bellini di Catania), il Duca di Mantova nel Rigoletto (Montebelluna) Alfredo ne La Traviata (Ferrara Estate, Stadttheater Sankt Gallen) ed Adolar in Euryanthe (Teatro Lirico di Cagliari).
Si è esibito inoltre all’Opera di Roma, al Regio di Torino, all’Opéra di Montecarlo, alla Royal Opera House di Copenhagen, all’opera di Lipsia,  alla New Israeli opera di Tel Aviv, alla Deutsche Oper di Berlino ed altri ancora.
Al Rossini Opera Festival di Pesaro ha cantato nella farsa Adelina, di Pietro Generali, e al Festival Mozart di La Coruna (Spagna) in Die Schuldigkeith der ersten Gebots di Mozart.
Le ultime stagioni lo hanno visto impegnato alla Vlaamse Opera ne Le Nozze di Figaro, in Pagliacci alla Deutsches Oper di Berlino e a Pesaro nell’Ermione di Rossini. Ha inaugurato la stagione 2008-2009 dell’opera di Sankt Gallen come protagonista de Il Mondo della Luna di Haydn. A St Gallen, dove è stato ingaggiato come solista stabile, è stato anche impegnato nella stagione 2008-2009 come protagonista ne La Traviata, come Camille de Rossillon in Die Lustige Witwee Giasone in Medea in Corinto di Simone Mayr.

Nelle ultime due stagioni ha debuttato con grande successo i ruoli di Hauptmann nel Wozzeck e di Alfred in Die Fledermaus a St Gallen, Rodolfo nella Bohème alla Nagasaki opera in Giappone, l’oratorio Lelio alla sala Smetana di Praga nei Proms 2011, Monostatos in Die Zauberflöte e la Salome a St Gallen, Bolzano, Modena e Piacenza.

Tra i direttori con cui ha collaborato R.Abbado,Bareza, Benini, Chung, Dantone, Fasolis, Guingal, Korsten, Jurowski, Muti, Oren, Palumbo, Pesek, Pesko, Pidò, Rizzi, Rovaris, Santi, Zedda; tra i registi Abbado, Alden, Joosten, Pizzi, Putney, Ronconi, Scaparro, Slater, Squarzina, Zeffirelli.

In campo sinfonico Riccardo Botta vanta collaborazioni, tra le tante istituzioni, con l’accademia di Santa Cecilia (Magnificat di Bach, Te Deum di Charpentier), con i Pomeriggi Musicali (Magnificat di Bach), con il Festival Michelangeli di Bergamo ( Messa in Do minore di Mozart) e con la Radio della Svizzera italiana di Lugano (Catulli Carmina di Orff).

E’ stato invitato a tenere una Master Class sul recitativo italiano, in particolare nella trilogia Mozart-Da Ponte alla prestigiosa International Academy of Voice a Cardiff nel 2007.

Tra i prossimi impegni il Galà operistico di chiusura dei Prague Prom’s 2012, Eine nacht in Venedig (Caramello), Ariadne auf Naxos (Tanzmeister) La finta giardiniera (Podestà) a St Gallen e Falstaff alla Scala di Milano e a Tokyo in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.